Archivi tag: Damon CalenLass

29 Mirtul, 1358 DR – Le segrete di Candlekeep

Aukan e Logan si trovavano in cima ad un’alta e ripida scogliera, molti passi sotto di loro le onde si infrangevano sulle rocce e in lontananza il mare si perdeva nell’orizzonte. A Sud si scorgeva Candlekeep, fortezza della conoscenza, al suo interno si trovava la biblioteca più grande di tutta Faerun. Le bianche mura erano alte e spesse e le guardie vigili e pronte a difendere la roccaforte. Giunti ai cancelli i due si identificarono.

“Sono Aukan Pashar, protetto di Thelm Cornoroboante prete di Lathander alla Casa del Mattino di Scardale, e il mio compagno è Logan Greenhood, cacciatore del Cormyr, anch’egli in missione per conto di Thelm. Vorremmo accedere alla biblioteca e con noi portiamo una lettera di credito dal mio Maestro.” disse Aukan mostrando la lettera alle guardie.

Nessuna risposta. Ma dopo un tempo che sembrò un’eternità i cancelli si aprirono e un monaco calvo e dalla faccia consumata dal tempo venne incontro ai due.

Continua a leggere 29 Mirtul, 1358 DR – Le segrete di Candlekeep

30 Hammer, 1374 DR – Il risveglio

Un urlo roco si levò rimbombando nella penombra, seguito da una serie di strazianti colpi di tosse. Le mani del giovane steso a terra con le vesti stracciate cercarono la bocca, tentando di svuotarla della terra che evidentemente gli bloccava il respiro, ma ne cavò solo un aggregato di materia rosso scuro e qualche molare che doveva essergli finito in gola. Buttò tutto quanto a terra. Ogni sussulto dello sterno, causato dal tentativo dei polmoni di incamerare aria gli costava enorme dolore, le fitte si diramavano dal costato alla schiena.

-Dove sono?– pensò.

La stanza ruotava vorticosamente, peggiorando, se possibile, la sua nausea. Si girò su di un fianco con uno sforzo che gli parve immane e vomitò una sostanza biliosa, quindi perse i sensi sui suoi stessi umori.

Continua a leggere 30 Hammer, 1374 DR – Il risveglio

7 Ches, 1358 DR – Nuovi compagni

Da qualche giorno avevo riacquistato il sonno, il ricordo di Dave e Damon era ancora fresco nella mia mente, ma in cuor mio ero fermamente convinto che la loro morte non era stata invano.

Nel profondo del mio animo sapevo che se un giorno il fato mi avrebbe riservato lo stessa fine, sarei stato fiero e onorato di morire per una così nobile causa.

Non credo Logan fosse dello stesso avviso, le ferite lo avevano in un qualche modo, se possibile, reso ancor più scontroso.

Ogni tanto ci ritrovavamo a bere qualche boccale di birra alle Braccia di Ashabenford, la locanda che molto gentilmente ci offriva cibo e riparo dopo la liberazione dalla piaga che si era abbattuta su Mistledale. Per settimane cercai invano di alzare il morale del mio compagno senza successo, capii quindi che l’unico modo per voltare pagina sarebbe stato di ripartire verso la nostra destinazione, la città di Scardale, lasciandoci alle spalle gli orrori di Ashabenford. Continua a leggere 7 Ches, 1358 DR – Nuovi compagni

27 Alturiak, 1358 DR – Diario di un lupo, il pianto per i compagni perduti

Una pioggerella fine e umida cadeva su Ashabenford quella mattina, le campane suonavano a lutto. La spalla mi doleva ancora a causa delle numerose ferite riportate nell’ultima avventura in cui ci eravamo imbarcati e, nonostante le cure ricevute, il mio braccio sinistro portava il segno della corruzione che avevamo combattuto.

Era ormai passata una settimana dal nostro ritorno dal tempio di Silvanus, ma le grida disperate che Damon e Kelemvor avevano emesso mentre venivano dilaniati dai denti marci dei non-morti mi riecheggiavano ancora nella mente. Continua a leggere 27 Alturiak, 1358 DR – Diario di un lupo, il pianto per i compagni perduti

5 Alturiak, 1358 DR – L’ultima battaglia

“Il vittorioso scontro riportato sui golem di carne aveva mostrato quanto fossero traballanti ed esili le colonne portanti sulle quali poggiava l’impresa del capitano Zachary Bumblerose e dei suoi sventurati compagni.” – ignoto commentatore di Ashabenford.

Consiglio musica di sottofondo:

Alessandro Cortini – Perdonare (Avanti, 2017)

https://www.youtube.com/watch?v=yeveIybd1BQ

 

Dopo aver ripreso fiato ed aver provveduto alle medicazioni necessarie, il gruppo proseguì l’esplorazione dei sotterranei imbattendosi in un tetro stanzone che, a giudicare dal contenuto, sembrava essere una camera delle torture. Continua a leggere 5 Alturiak, 1358 DR – L’ultima battaglia

4 Alturiak, 1358 DR – Galline e serpenti

Finalmente uscimmo dalla misteriosa casa del consigliere Malorn e ci dirigemmo alla taverna per decidere il da farsi. Tutti gli indizi raccolti conducevano verso un unico luogo, l’abbazia di Silvanus, un tempo frequentata dai druidi, ora dimenticata e in rovina.

“Per raggiungerla in giornata avremo bisogno di cavalli. La gente di Mistledale è allo stremo delle forze e prima risolviamo questa situazione meglio è,” disse il capitano Zeke.

Riuscimmo a recuperare viveri e un totale di 9 cavalli, non abbastanza per tutti, così Dave e Ellios decisero di restare ad Ashabenford per aiutare i pochi abitanti rimasti in vita. A partire invece in direzione dell’abbazia abbandonata eravamo: io, Logan, Artorias, Kelemvor, Jhanira, Zeke, i due dragoni purpurei e la guardia di Mistledale al seguito dell’ufficiale. Continua a leggere 4 Alturiak, 1358 DR – Galline e serpenti

3 Alturiak, 1358 DR – La dimora del Consigliere Malorn

Sentii un leggero odore di bruciato mescolarsi con il pungente miasma delle malate e fredde nebbie di Ashabenford; la porta iniziò a scaldarsi, mi resi conto che se non mi fossi spostato immediatamente sarei stato travolto dalle fiamme che da lì a poco l’avrebbero incenerita.

Nel giro di pochi secondi io e i miei compagni ci ritrovammo a dover affrontare le orrende creature giunte da quella maledetta notte. Un abominevole, putrido essere al comando di sei famelici mastini neri irruppe nel santuario di Chauntea, minacciando le nostre vite.

Iniziò un violento combattimento.

Dopo poco tempo ci ritrovammo sopraffatti. Kelemvor era quello che più di tutti stava risentendo dello scontro, la sua vita era appesa ad un filo.

“È la fine…” pensai. Continua a leggere 3 Alturiak, 1358 DR – La dimora del Consigliere Malorn

2 Alturiak, 1358 DR – Le nebbie di Mistledale

Erano ancora intimoriti, spaventati dalla malvagità di quelle terre e di quelle civiltà, tanto vicine geograficamente ma tanto lontane, in fatto di pace e serenità, dal regno del Cormyr; ma nonostante tutto, remi in mano si addentravano lungo il fiume Ashaba, il corso d’acqua che generato dalle montagna Bocca del Deserto attraversa le pianure di Shadowdale, nelle Valli, si dirama in vari emissari per poi sfociare, nei pressi di Scardale, nel Costa del Drago.

Dave, Damon e Artorias in una barca e Logan e il misterioso Kelemvor, salvato a Shadowdale dopo essersi ritrovato vittima di una congiura, nell’altra, scivolavano veloci lungo il dolce letto del fiume e di tanto in tanto, sfruttando la quiete che solo certi boschi dimenticati possono offrire, si intrattenevano in conversazioni. Continua a leggere 2 Alturiak, 1358 DR – Le nebbie di Mistledale

29 Hammer, 1358 DR – Daffy l’assassina

Eravamo in viaggio da un ora e seguendo la forte corrente del fiume ci eravamo allontanati molto da Shadowdale. Decisi che era un buon momento per riposare e così mi accucciai lasciandomi cullare dai movimenti della barca. Logan e Kelemvor stavano sulla barca davanti alla nostra, Artorias governava il timone, mentre Dave medicava le sue ferite. Ero troppo provato per raccontargli tutto ciò che era successo in sua assenza e rimandai il racconto al mio risveglio. Stavo quasi per addormentarmi quando la voce di Daffy mi svegliò.

“Damon.. non devi dirmi qualcosa?”

“Lasciami riposare Daffy..”

“Eddai ammettilo! Dì quella frase! Dai! Dai! Dai!”

“Daffy.. no!”

“Per favoore!” chiese con voce implorante.

“E va bene.. Sei stata formidabile! OK!?”

“Siii! Sono stata formidabile! Daffy l’assassina, così dovrai chiamarmi d’ora in poi!”

Effettivamente aveva tutte le ragioni del mondo per vantarsi a quel modo, aveva salvato la situazione alla Torre di Ashaba.. e Dave, non dimentichiamoci di Dave.. Continua a leggere 29 Hammer, 1358 DR – Daffy l’assassina

28 Hammer, 1358 DR – La torre di Elminster

La vista del sangue mi fece trasalire.. la paura si era impossessata di me, e neanche l’intervento di Artorias sulla ferita mi aiutò a ragionare.. La guardia stava per vibrare un altro colpo con la sua spada.. questa volta il colpo era diretto alla gola.. Ero spacciato…

Improvvisamente sentii una forza mai provata prima scorrere nelle vene, per un attimo non vidi più nulla e quando riaprii gli occhi tutti gli avventori del Vecchio Teschio erano sdraiati a terra o avevano la faccia immersa nella loro zuppa. Insieme a loro metà delle guardie si erano addormentate. Le restanti si scagliarono su di noi, mentre io mi fiondai dietro al bancone dove con un raggio seccai una guardia. Lo scontro infuriava dentro la taverna: Logan era impegnato in duello, Artorias stava avendo la peggio, Dave dava una mano come poteva e io sparavo alle guardie dalle scale con i miei poteri arcani. Ma presto le guardie a terra furono svegliate e la situazione si mise molto male: io fuggii in cima alle scale, Logan e Artorias riuscirono a scappare dalla locanda mentre Dave era fatto prigioniere insieme a Jhaele, la locandiera, che aveva preso le nostre difese. I due furono portati alla Torre di Ashaba. Continua a leggere 28 Hammer, 1358 DR – La torre di Elminster