Ulf figlio della Tempesta

NOME GIOCATORE: Lauro

CONTATTO EMAIL: davide.lauretta98@gmail.com

NOME ARBITRO: Mattia

CONTATTO EMAIL ARBITRO: forgottenrealms.41100mo@gmail.com

NOME COMPAGNIA: ———

NOME PERSONAGGIO: Ulf Figlio della Tempesta

DATA DI NASCITA:  10 Marphenot, 1326 DR (Anno del Falco Predatore)

NAZIONE NATALE PERSONAGGIO: Icewind dale

CITTÀ/LUOGO NATALE VILLAGGIO: ———

RESIDENZA PERSONAGGIO: ———

ANNO ATTUALE DI GIOCO: 1360 DR

RAZZA: Umano

CLASSE: Barbaro, Araldo della Tempesta

LIVELLO: 4°

ALLINEAMENTO: CN

ALTEZZA: 1,96 m

PESO: 110 Kg

CAPELLI: Biondi

OCCHI: Azzurro ghiaccio

SEGNI PARTICOLARI: ———

NOTORIETÀ: ———

PROFESSIONE: Mercenario

PARTE DI UN’ORGANIZZAZIONE SEGRETA: ———

CONTATTI: ———

NEMICI: Alfgard, suo fratello e Grosh, suo zio, usurpatori del suo trono e sporchi traditori.

Ulf figlio della Tempesta

ASPETTO FISICO GENERALE: Ulf è un grosso uomo di un metro e novanta, indossa vestiti ricavati da pelli e pellicce e con se porta un enorme ascia da battaglia che impugna a due mani. Barba e capelli sono di un biondo lucente e questi ultimi sono acconciati in una lunga treccia e rasati ai lati. Gli occhi sono color del ghiaccio e, quando preso dalla frenesia della battaglia, sembra che al loro interno scorrano fulmini e saette.

ASPETTO PSICOLOGICO: Generalmente taciturno e dai modi rudi, come consono fra i vichinghi. Nulla viene prima del suo valore in battaglia e compiacere gli dei. Difficilmente si piega a fare prigionieri, la sua ascia è la sua legge.

STORIA: Nel cielo notturno imperversava una delle tempeste più violente mai viste la notte che mia madre mi diede alla luce. I riflessi provocati dalle saette che scaturivano dal martello di Thor che batteva sul suo incudine le illuminavano il viso contratto dal dolore e una scheggia di quelle saette, come dice il veggente, toccò il mio spirito un attimo prima che nascessi, donandomi i miei poteri. Mia madre morì di parto io, invece, a quindici anni ero già il guerriero più forte di tutto il villaggio; i fendenti della mia ascia erano proverbiali e i fulmini che scaturivano dalla mia pelle per arrostire i miei nemici venivano cantati dai poeti mentre consumavamo i banchetti nella casa lunga. Quando mio padre morì fu ovvio a tutti chi avrebbe dovuto prendere il suo posto al comando della comunità e così, a soli 19 anni, salii sul suo scranno. Guidai la mia gente in battaglia per quindici lunghi anni, navigando nel mare del nord guidato dalla mano di Thor, mio protettore, provando a guadagnarmi il mio posto nel Valhalla. Ci arricchimmo assai sotto la mia guida, il mio popolo mi osannava e io ero felice di esserne alla guida. Mi sposai ed ebbi un figlio, un maschio, il mio primogenito, Ellund. Gli Dei però avevano altro in mente per me.

Qualche mese fa mio fratello Alfgard e mio zio, aiutati da un misterioso potere oscuro, mi deposero dal mio trono, quasi ferendomi a morte. Fui costretto a scappare dalla mia casa e dalla mia famiglia, lasciando tutto in mano di quei farabutti in combutta con Loki.

Ora vago per i Reami, seguendo la via che gli dei hanno scelto per me, cercando di recuperare il loro favore e accrescendo la mia forza. Un giorno tornerò a nord e mi riprenderò quello che è mio di diritto, la mia ascia brama il sangue dei traditori.

2 pensieri riguardo “Ulf figlio della Tempesta”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Nonostante, nella vita reale, i protagonisti di questo blog abbiano un'occupazione, abitudini sane ed interessi culturali, essi amano indossare una maschera e, periodicamente, oltre la porta della fantasia, cimentarsi con intrighi politici, tesori nascosti, tombe di famigerati stregoni e quanto di più bizzarro vi possa venire a mente. Qui si narrano le vicende delle loro Compagnie.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: