Archivi tag: Shraevyn

15 Mirtul, 1356 DR – Scelte e responsabilità

1331 dalla fondazione Obraskyr – Anno del Verme, primavera.

Rapporto di Zachary Bumblerose, soldato dell’ordine dei Dragoni Purpurei

 

Il mio rientro nel Cormyr è ormai prossimo. La missione per la quale ho preso la via delle Valli consisteva nell’acquisire informazioni su Lady Rowanmantle ed eventualmente rintracciarla per chiederle conto delle sue azioni. La missione ha avuto successo, sebbene io abbia dovuto trasgredire il protocollo. Di questa violazione sono pronto a rendere conto ai miei superiori e alla giustizia del Cormyr. Tuttavia le Valli sono un territorio composito, complesso e in continuo movimento. Anche i sentieri che appaiono più semplici finiscono col biforcarsi e deformarsi e anche i fieri messi del Cormyr devono essere pronti ad abbandonare le strade battute ed avventurarsi in luoghi ignoti e incerti. E’ ciò che ho fatto senza esitazione. In virtù di questo, io, Zachary Bumblerose, soldato dell’ordine dei Dragoni Purpurei, assieme a degni compagni, sono entrato in possesso della spada delle Valli, un magico artefatto in grado di ripristinare l’equilibrio minacciato dai vili Zhents e ho giocato un ruolo determinante per le sorti di Daggerfalls, liberando la popolazione dall’afflizione del malvagio stregone non-morto Colderan e traendo in salvo Randal Morn, guida legittima della città.

9 Mirtul, 1356 DR – Balla, che la musica te la facciamo sentire noi!

1331 dalla fondazione di Casa Obarskyr – Anno del Verme, primavera.
Rapporto di Zachary Bumblerose, soldato dell’ordine dei Dragoni Purpurei.

Impieghiamo due giorni per uscire dalla foresta di Spiderhaunt e raggiungere i cavalli, che, per nostra fortuna, sono ancora dove li avevamo lasciati. Durante il viaggio Tyr è al nostro fianco e tramite Kloi risana le ferite riportate dalle innumerevoli battaglie che abbiamo affrontato. Guardo i miei compagni. Spiderhaunt ci ha segnato. Le Valli ci hanno segnato. Che posto è mai questo, in cui le cose cambiano di continuo?
Il Cormyr non è così. Sono un dragone purpureo e ho ricevuto ordini precisi, ma ora, è inutile negarlo, di quella missione resta ben poco. Abbiamo deciso di seguire Telimas, scortato o rapito da miliziani goblinoidi e diretto a Dagger Falls e a Dagger Falls mena l’unica traccia per rintracciare Lady Rowanmantle. Mi chiedo cosa le sia successo. Quale incantesimo gettano le valli su di noi? Ma è un pensiero fugace, seguirò i miei compagni fino a quando le nostre strade non si divideranno e il mio cuore è sereno.Non so cosa pensino nel Cormyr, non mi sento un traditore eppure a un certo punto devo aver maturato e compiuto una scelta. Spero che a Dagger Falls mi sarà dato di comprenderla.

Continua a leggere 9 Mirtul, 1356 DR – Balla, che la musica te la facciamo sentire noi!

25 Alturiak, 1356 DR- Tornare all’inizio per scoprire dove il viaggio ci ha condotti

1331 dalla fondazione di Casa Obarskyr – Anno del Verme, fine inverno.
Rapporto di Zachary Bumblerose, soldato dell’ordine dei Dragoni Purpurei.
Abbiamo trascorso due giorni accampati davanti all’entrata della tomba di Shraevyn. Ellios se ne è andato nello stesso modo misterioso con il quale era venuto. Il suo debito, sciolto.
Non abbiamo parlato molto. Paula e Meena si sono affaccendate per comprendere la natura dei tre rotoli di pergamena trafugati dalla tomba senza grande fortuna: uno conteneva un incantesimo di protezione dal fuoco, gli altri due non sono stati decifrati. A stento mi sono trattenuto dal distoglierle da quell’impegno. La spada avrebbe dovuto essere la priorità. La comprensione della magia infusa negli oggetti non rientra fra le arti di Paula. Quando infine Meena ha acconsentito di esaminare la spada, non ha saputo gettare alcuna nuova luce sul pesante enigma che porto sulla schiena, avvolto in un sacco, celato il più possibile ad occhi indiscreti. Mi è parso che Meena agisse con sufficienza e scarsa attenzione, ma forse mi aspetto troppo da loro. Gli animi sono turbati. D’altronde anche il mio lo è. Reggiamo nelle nostre mani ormai troppi fili che non riusciamo a condurre ad alcuna trama.

23 Alturiak, 1356 DR – Il Richiamo di Myth Drannor

…Myth Drannor, chiamata anche la Città della Musica, la cui bellezza e grazia non furono mai avvicinate da nessuna altra capitale di Faerun, cadde nel 714 DR, per mano di uno spaventoso esercito guidato da malvagie forze demoniache, le quali chiamarono a raccolta tutte le stirpi di goblinoidi e le creature immonde presenti intorno a Cormanthor. Da più di sei secoli Myth Drannor è muta e chiusa al mondo intero. Le sue divine melodie sono vive soltanto nei ricordi degli anziani che ora contemplano le acque del Mare senza Traccia…
 
Ripenso alla seconda visione, ai cavalieri che puntano le rovine di Myth Drannor.
Io conosco la strada.
Ma loro come possono accedervi essendo N’Tel’Quess? Chi dei tre, Randal Morn, Mourngrym e Lashan cavalca insieme a quel gruppo, che sembra essere spinto da non so quale forza oscura? Che cosa stanno cercando?

Continua a leggere 23 Alturiak, 1356 DR – Il Richiamo di Myth Drannor

23 Alturiak, 1356 DR – Nel nome della Lama

Sono un Dragone Purpureo del Cormyr. La mia missione è recarmi presso Lady Rowanmantle e registrare la sua posizione sulla politica delle Valli. Non l’ho trovata a Shadowdale. Potrebbe essere a Daggerfalls, ma non posso saperlo con certezza. E’ mio compito continuare la ricerca, ma al tempo inviare un rapporto ai miei superiori. Più mi addentro nelle Valli, più ne rimango coinvolto. Ora, Kloi accolito di Tyr mi ha affidato in custodia un potente artefatto: Giventhar, la spada delle Valli. Non posso dire di non averla bramata, da che Paula ne accennò la prima volta che ci parlò di Shraevyn e più ancora quando la vidi rappresentata all’entrata della tomba. Accettandola, mi sono assunto una nuova responsabilità, ma non sono il solo. Se fosse il Cormyr ad essere vittima di questi sconvolgimenti, questa spada diverrebbe presto il simbolo sotto cui il mio popolo si riunirebbe per combattere in nome dell’ordine e della pace e colui che la brandisce diverrebbe il nuovo re del regno.

19 Alturiak, 1356 DR – La sfortuna dei principianti

Mi sono unito a questa compagnia da pochi giorni e i guai non si sono fatti attendere. Ormai è evidente che la regione è invasa da creature ignobili e da uomini altrettanto perversi, ma cosa li ha portati ad allearsi con questi esseri immondi che storicamente sono i nemici naturali della razza umana?
Come se tutto ciò non bastasse, anche la sfortuna ha cominciato a perseguitarmi. Nonostante tutto, però, stiamo seguitando lungo il nostro sentiero, un po’ confusi sul da farsi e sulle reali intenzioni che guidano ognuno di noi. Col passare delle ore sto imparando a conoscere i miei compagni di ventura. Loro hanno qualche difficoltà in più a capire me. Non che abbia qualcosa da celare, ma d’altra parte non sono una persona socievole e mai lo sarò. Solo Tymora sa cosa pensano di me Kloi, Paula e gli altri. Ma lasciate che vi narri le ultime ore dal principio…

Continua a leggere 19 Alturiak, 1356 DR – La sfortuna dei principianti

18 Alturiak, 1356 DR – La Tomba di Shraevyn

Pare che i nostri giorni debbano essere cadenzati, oltre che dalle difficoltà che già ci porta questa avventura, dallo stordimento a turno di ciascuno di noi. Paula e Kloi avevano appena finito di assistere il povero Ellios, accidentalmente sulla rotta dell’incantesimo della nostra compagna, che io mi sono afflosciata come un sacco di patate devastata da un olezzo malefico che non ha ancora abbandonato le mie narici. I due episodi hanno però fatto da cornice a una giornata ricca di scoperte, più o meno piacevoli. 

Continua a leggere 18 Alturiak, 1356 DR – La Tomba di Shraevyn

17 Alturiak, 1356 DR – Uniti nella bruma su un cammino incerto

All’improvviso un urto, una collisione nell’oscurità. La notte, in tale circostanza alleata, mi permise di celare un’espressione di paura. Un altro tronco colpì la zattera che scivolava, dondolando tra le temibili correnti del fiume nero. L’oscurità avvolgeva tutto, anche i nostri timori. Penso che non fossi l’unico a provare quella sensazione. L’immagine della zattera rovesciata, che decretava un’indegna disfatta, persisteva nella mia mente: il cavallo, Zeke nella sua possente, pesante, armatura e la mia stessa figura che ci inabissavamo, rigidi come macigni. Ma erano solo le mie ansie. La riva opposta era vicina.
In fuga da qualcosa di ignoto ci lasciavamo alle spalle Shadowdale, la valle delle ombre. Ironia della sorte, sorrisi, trovando quel nome calzante alla situazione che stavamo vivendo. Shadowdale, pur non essendoci mai parsa del tutto amichevole,  stava ora mostrando il suo volto più ostile. Eravamo in fuga senza comprenderne le motivazioni; con noi portavamo un cumulo di nomi, fatti, luoghi e segreti intrecciati in una matassa di idee difficilmente districabili.

14 Alturiak, 1356 DR – Una notte molto lunga

 Ancora una volta in fuga… siamo accampati nella foresta al di là del fiume Ashaba ma prima del meritato riposo sarà meglio ricapitolare quanto ci è successo negli ultimi giorni. Finalmente siamo riusciti ad incontrare Drifus il quale, nonostante una certa ritrosia iniziale, ci ha messo al corrente di ciò che stava succedendo. 
Ci ha raccontato di essersi infiltrato nell’esercito della città di Shadowdale e di lavorare in realtà per Lashan, capo della milizia di Scardale. Il compito di Drifus era quello di “tenere d’occhio” Mourngrym in vista di un incontro tra il governatore di Shadowdale, lo stesso Lashan e Randal Morn, personalità di spicco di Daggerdale che si è sempre distinta nella battaglia contro gli Zhentarim. Il motivo dell’incontro segreto era ovviamente inerente a quello che sta succedendo al Nord… Continua a leggere 14 Alturiak, 1356 DR – Una notte molto lunga