Archivi categoria: b- Alturiak (Feb)

30 Alturiak, 1356 DR – Il viottolo degli aracnidi

 La perseveranza premia. Eppure avevo così tante perplessità che credevo sarebbe finita davvero male per la nostra compagnia. Ci sembrava di aver fatto un gran passo avanti quando abbiamo realizzato di essere davanti ad Eressea, sacerdotessa di Tymora e soprattutto a Lhaeo, assistente del grande Elminster!
Quante cose avrei voluto sapere, quanto intensamente ho pensato di chiedergli di portarmi con sé a conoscere il maestro, ma qualcosa me lo ha impedito, forse il senso del dovere verso questi compagni che comincio a conoscere e ad apprezzare, o forse la paura di trovarmi davanti a qualcuno dal così immenso spessore magico. Mai avrei immaginato che il mio destino era di incontrare qualcuno di ancora più potente. Calma Paula! Riordina le idee, respira.

Continua a leggere 30 Alturiak, 1356 DR – Il viottolo degli aracnidi

26 Alturiak, 1356 DR – Una missiva da Tasseldale

Abbazia di Tyr,
Dio della Giustizia
25 Alturiak, 1356
Calendario delle Valli.
 
 
Caro Fratello Kloi,
 
ho letto con attenzione il tuo resoconto, vivendo, attraverso le tue parole, le peripezie del tuo gruppo; sono contento che la mano di Tyr abbia protetto i tuoi passi.

Continua a leggere 26 Alturiak, 1356 DR – Una missiva da Tasseldale

25 Alturiak, 1356 DR- Tornare all’inizio per scoprire dove il viaggio ci ha condotti

1331 dalla fondazione di Casa Obarskyr – Anno del Verme, fine inverno.
Rapporto di Zachary Bumblerose, soldato dell’ordine dei Dragoni Purpurei.
Abbiamo trascorso due giorni accampati davanti all’entrata della tomba di Shraevyn. Ellios se ne è andato nello stesso modo misterioso con il quale era venuto. Il suo debito, sciolto.
Non abbiamo parlato molto. Paula e Meena si sono affaccendate per comprendere la natura dei tre rotoli di pergamena trafugati dalla tomba senza grande fortuna: uno conteneva un incantesimo di protezione dal fuoco, gli altri due non sono stati decifrati. A stento mi sono trattenuto dal distoglierle da quell’impegno. La spada avrebbe dovuto essere la priorità. La comprensione della magia infusa negli oggetti non rientra fra le arti di Paula. Quando infine Meena ha acconsentito di esaminare la spada, non ha saputo gettare alcuna nuova luce sul pesante enigma che porto sulla schiena, avvolto in un sacco, celato il più possibile ad occhi indiscreti. Mi è parso che Meena agisse con sufficienza e scarsa attenzione, ma forse mi aspetto troppo da loro. Gli animi sono turbati. D’altronde anche il mio lo è. Reggiamo nelle nostre mani ormai troppi fili che non riusciamo a condurre ad alcuna trama.

23 Alturiak, 1356 DR – Aria

Aria…non mi sembrava ancora vero di essere all’aria aperta,lontano da quel luogo che tanto mistero e tanta magia racchiudeva in sé. Ora eravamo fuori e ognuno di noi era stato in qualche modo toccato da questa esperienza.
Kloi mi sembrava più pensieroso del solito,forse sentiva su di sé la responsabilità di quello che era accaduto,dall’aver ceduto la spada a Zachary ad essersi esposto così tanto alla magia e alle sue conseguenze…

Continua a leggere 23 Alturiak, 1356 DR – Aria

23 Alturiak, 1356 DR – Riflessioni dal Diario dell’Accolito Kloi

Una strana sensazione mi sta accompagnando sin dall’uscita della tomba. La nostra inesperienza ci ha messo all’angolo costringendoci ad una fuga improvvisa. Tanto è stato lasciato alle spalle, tante risposte sono forse andate perdute. Ho intrapreso questo viaggio per fare esperienza e scoprire una strada verso il mio futuro invece tutte le strade sembrano riportarmi indietro al mio passato. Non insisterò nell’ostacolare questi segnali.

Continua a leggere 23 Alturiak, 1356 DR – Riflessioni dal Diario dell’Accolito Kloi

23 Alturiak, 1356 DR – Il Richiamo di Myth Drannor

…Myth Drannor, chiamata anche la Città della Musica, la cui bellezza e grazia non furono mai avvicinate da nessuna altra capitale di Faerun, cadde nel 714 DR, per mano di uno spaventoso esercito guidato da malvagie forze demoniache, le quali chiamarono a raccolta tutte le stirpi di goblinoidi e le creature immonde presenti intorno a Cormanthor. Da più di sei secoli Myth Drannor è muta e chiusa al mondo intero. Le sue divine melodie sono vive soltanto nei ricordi degli anziani che ora contemplano le acque del Mare senza Traccia…
 
Ripenso alla seconda visione, ai cavalieri che puntano le rovine di Myth Drannor.
Io conosco la strada.
Ma loro come possono accedervi essendo N’Tel’Quess? Chi dei tre, Randal Morn, Mourngrym e Lashan cavalca insieme a quel gruppo, che sembra essere spinto da non so quale forza oscura? Che cosa stanno cercando?

Continua a leggere 23 Alturiak, 1356 DR – Il Richiamo di Myth Drannor

23 Alturiak, 1356 DR – Nel nome della Lama

Sono un Dragone Purpureo del Cormyr. La mia missione è recarmi presso Lady Rowanmantle e registrare la sua posizione sulla politica delle Valli. Non l’ho trovata a Shadowdale. Potrebbe essere a Daggerfalls, ma non posso saperlo con certezza. E’ mio compito continuare la ricerca, ma al tempo inviare un rapporto ai miei superiori. Più mi addentro nelle Valli, più ne rimango coinvolto. Ora, Kloi accolito di Tyr mi ha affidato in custodia un potente artefatto: Giventhar, la spada delle Valli. Non posso dire di non averla bramata, da che Paula ne accennò la prima volta che ci parlò di Shraevyn e più ancora quando la vidi rappresentata all’entrata della tomba. Accettandola, mi sono assunto una nuova responsabilità, ma non sono il solo. Se fosse il Cormyr ad essere vittima di questi sconvolgimenti, questa spada diverrebbe presto il simbolo sotto cui il mio popolo si riunirebbe per combattere in nome dell’ordine e della pace e colui che la brandisce diverrebbe il nuovo re del regno.

21 Alturiak, 1356 DR – Passato, presente, futuro

Ho commesso un errore. Un errore che potrebbe risultare fatale nel proseguo del nostro cammino. Mi sono lasciato condizionare – anche se per un instante soltanto – dal giudizio altrui. Non che non abbia mai avuto a che fare con i preti nei miei precedenti ingaggi ma più passo il tempo con essi più comprendo come sia difficile trovare un equilibrio tra i loro principi basati su una rigida moralità esteriore e i miei, dettati dalla logica e dal buon senso. Pensavo questo mentre osservavo Kloi e Paula affannarsi a lasciare dietro di loro l’immenso portale che conduceva alla tomba di Shraevyn.

Continua a leggere 21 Alturiak, 1356 DR – Passato, presente, futuro

19 Alturiak, 1356 DR – La sfortuna dei principianti

Mi sono unito a questa compagnia da pochi giorni e i guai non si sono fatti attendere. Ormai è evidente che la regione è invasa da creature ignobili e da uomini altrettanto perversi, ma cosa li ha portati ad allearsi con questi esseri immondi che storicamente sono i nemici naturali della razza umana?
Come se tutto ciò non bastasse, anche la sfortuna ha cominciato a perseguitarmi. Nonostante tutto, però, stiamo seguitando lungo il nostro sentiero, un po’ confusi sul da farsi e sulle reali intenzioni che guidano ognuno di noi. Col passare delle ore sto imparando a conoscere i miei compagni di ventura. Loro hanno qualche difficoltà in più a capire me. Non che abbia qualcosa da celare, ma d’altra parte non sono una persona socievole e mai lo sarò. Solo Tymora sa cosa pensano di me Kloi, Paula e gli altri. Ma lasciate che vi narri le ultime ore dal principio…

Continua a leggere 19 Alturiak, 1356 DR – La sfortuna dei principianti

18 Alturiak, 1356 DR – La Tomba di Shraevyn

Pare che i nostri giorni debbano essere cadenzati, oltre che dalle difficoltà che già ci porta questa avventura, dallo stordimento a turno di ciascuno di noi. Paula e Kloi avevano appena finito di assistere il povero Ellios, accidentalmente sulla rotta dell’incantesimo della nostra compagna, che io mi sono afflosciata come un sacco di patate devastata da un olezzo malefico che non ha ancora abbandonato le mie narici. I due episodi hanno però fatto da cornice a una giornata ricca di scoperte, più o meno piacevoli. 

Continua a leggere 18 Alturiak, 1356 DR – La Tomba di Shraevyn