Archivi categoria: n- Nightal (Dic)

15 Nightal, 1357 DR – Lo spirito di Lurin e castello Kilgrave

Dopo una giornata passata ad investigare, avevamo scoperto dove si trovava Ruth. Rimasi sconcertato quando un nome che avevo ormai obliato tra i fumi dell’alcool mi trafisse la testa come una freccia: Lady Mezzanotte. La femme fatale infatti aveva attirato a sé la ragazza, quindi condotta verso le rovine di castello Kilgrave. Quando apprendemmo la notizia era ormai tardi per mettersi in viaggio. Decidemmo di riposare in una locanda e partire all’alba; ci saremmo messi sulle tracce delle due donne, nella speranza di trovare qualche indizio sulla strada.

Il tempo non era per niente favorevole e mi pentii presto di non aver portato con me alcun indumento pesante: avevo molto sottovalutato le intemperie che avremmo affrontato. Una pioggia fitta si abbatté su di noi infradiciandoci i vestiti e costringendoci a fermarci al riparo di un albero. Tremavo e la mia fronte scottava. Dave cercò di aiutarmi e Logan si ricordò di un rifugio utilizzato dai cacciatori a mezza giornata di cammino da dove ci trovavamo, un luogo sicuro, asciutto e caldo dove passare la notte. Il pensiero mi diede le forze per proseguire e resistere un altro po’. Ci incamminammo nuovamente e fortunatamente le condizioni metereologiche migliorarono durante la seconda parte del tragitto. Verso sera scorgemmo il rifugio che, entrando, scoprimmo essere in ottime condizioni: legna pronta da ardere, letti con grosse coperte e stoviglie pronte all’uso. Mi trovavo davvero in condizioni critiche e così, lasciando i miei vestiti ad asciugare vicino al focolare, mi addormentai sotto soffici coperte, cullato dai bollori della febbre. Quella notte sognai. Continua a leggere 15 Nightal, 1357 DR – Lo spirito di Lurin e castello Kilgrave

13 Nightal, 1357 DR – Sulle tracce di Ruth!

Certo, la giornata non era iniziata nel migliore dei modi, v’era stato quell’uragano e quel maledetto post sbornia, ma dopotutto non ero di cattivo umore; insomma, eravamo vicini a Ruth!

Appena passati i cancelli lasciai che fosse Damon a guidarmi, quella era la “la sua città” e aveva promesso che avrebbe trovato mia sorella. Pegno la sua gola. Continua a leggere 13 Nightal, 1357 DR – Sulle tracce di Ruth!

12 Nightal, 1357 DR – Una notte da Leoni

Il risveglio di Damon

Sono sveglio, di nuovo.

«Questa volta non fallirò».



Daffy mi accompagna, indicandomi la strada.

Gli Esseri danzano e ridono al mio passaggio.

Gli effetti del Bosco iniziano a farsi sentire: il colore del vento,

le melodie dei fiori, il silenzio verde dell'erba al mio passaggio.

«Questa volta non fallirò».



L'albero del Principio è ormai vicino.

Un'inconfondibile euforia mi pervade.

«Questa volta non fallirò».



Guarda l'albero, i capelli dorati come cascate lungo la schiena,

il verde del suo vestito si confonde con il bosco.

Il braccio sinistro sembra non appartenermi più.

«Questa volta non fallirò»



Chiamo il suo nome, ma ella non si muove.

La luce dell'Albero sembra diminuire.

Disperato chiamo ancora il suo nome.

Nessuna reazione.

«Questa volta non fallirò».



L'albero emette ormai una fioca luce,

il buio sta ricoprendo ogni cosa.

Il risveglio sta terminando.

Chiamo un'ultima volta il suo nome,

con tutte le forze che mi restano.

”Titania!”.

Ella lentamente si gira,

riesco quasi a vedere il suo viso.

«Questa volta non fallirò».



Buio.

Il Sogno è terminato.

«Ho fallito»

 

Una notte da leoni

Aprii gli occhi. Mi trovavo in un letto sudicio e il soffitto sembrava poter crollare da un momento all’altro. Nel letto a fianco al mio c’era uno sconosciuto, la sua faccia era viola così come il resto del corpo. All’improvviso emise un lamento “Damon sei qui?” Continua a leggere 12 Nightal, 1357 DR – Una notte da Leoni

10 Nightal, 1357 DR – Una belva a Eveningstar

Gli Evenor, nome col quale sono identificati gli abitanti di Eveningstar, avevano appena iniziato ad elaborare il lutto per la scomparsa di Lurin e Syndair, quando nuovi guai arrivarono puntuali, come corvi, a bussare alla loro porta.

Questi guai indossavano gli alti stivali da viaggio, la pesante pelliccia grigio nera di lupo e il cappello a falde larghe di Logan Greenhood, nipote di Bardobarg Greenhood. I Greenhood sono una famiglia nativa di Ghiarathor, un paese con meno di 200 anime situato nell’ombelico della Foresta del Re, famoso per l’allevamento e le corse di coleotteri giganti; si erano tuttavia spostati in una zona più isolata quando, nel 1254 CR, Bardobarg era stato accusato di cannibalismo. Di cose strane se ne dicono, ma quella voce aveva percorso miglia e miglia fino a giungere al palazzo reale di Suzail; nessuno tuttavia si era messo sulle tracce dei Greenhood perché erano i migliori cacciatori della zona e avevano la fama di essere dannatamente “selvatici”.

Dare la caccia ad un Greenhood? Sicuro come cercare di schiacciare una pustola sul culo di un orso – borbottavano gli anziani.

Continua a leggere 10 Nightal, 1357 DR – Una belva a Eveningstar