Archivi categoria: 1293 DR

26 Hammer, 1293 DR – La discesa nella tomba di Acererak

Ore 5:00

“Come in cielo, così in terra” recita il Don e con un gesto invita Marcovaldo a servire il pasto benedetto dal Divino sul lenzuolo bianco steso nell’erba.
Gundor si serve senza togliersi i guanti incrostati di sangue. Kaiser Crypt, finito di incipriarsi il volto, infilza piccoli bocconi con la sua bacchetta appuntita.
“Il mattino ha l’oro in bocca” risponde Imong al Don e ingozzandosi allegramente fa scivolare nella sua sacca i pezzi del servizio d’oro zecchino (della nonna di Marcovaldo) su cui erano posati i suoi involtini.
Dark Digger, seduto sui talloni, scruta le lugubri colline che l’alba sta svelando dalla bruma notturna.
Una falena cade a terra avvolta dalle fiamme, sfiorata dalla spada che Tor tiene dritta davanti se, “Là” sentenzia la sua voce.

Continua a leggere 26 Hammer, 1293 DR – La discesa nella tomba di Acererak

25 Hammer, 1293 DR – Le lande del Magnifico

Anno del Teschio Parlante, 1293 DR, secondo la conta delle Valli
Pare che qualche dio si sia divertito a deviare il nostro cammino. Mi chiamo Dark Digger e sono una guida delle terre selvagge, mi accompagno a questa compagnia da quasi tre mesi e ogni volta che mi pareva di essere più vicini alla nostra meta, improvvisamente scoprivo che le nostre elucubrazioni altro non erano che bolle di sapone.
Ancora non ho capito che genere di persone compongano questo gruppo, passiamo le nostre serate per lo più in silenzio, cercando di ripararci dal freddo e dalle intemperie. Da questo punto di vista, i poteri del chierico di Lliira, Don Zauker, e dello stregone che ci accompagna, tale Kaiser Crypt, ci hanno permesso di rimanere vivi e in buone condizioni fisiche. Per nulla al mondo avrei accettato di vagare in pieno inverno per le putride brughiere di Vaasa, non fosse che la posta in palio è leggendaria. Se un colpo del genere andrà a segno, potrò ritirarmi per sempre a vita privata.