11 Mirtul, 1356 DR – Meglio fortunati che bravi

Il fumo  della fragorosa esplosione si stava diradando. Pensai a quanto vicini eravamo stati dall’essere inondati dalla stessa valanga di morte. Solo per l’estrema accuratezza di Paula e la prontezza di riflessi dei miei compagni eravamo incolumi dopo una così stupefacente dimostrazione di come la magia può sciogliere l’acciaio, le ossa e il coraggio dei nemici. Gli esseri ripugnanti continuavano a bruciare mentre senza molti indugi entrammo nella camera funeraria. Si presentò come una stanza in pietra con travi di legno. Diverse alcove costeggiavano le pareti ed una struttura centrale in pietra suggeriva la presenza di una cripta sottostante. Dei simboli di Lathander e il nostro lungo cammino nel sottosuolo ci suggerirono la natura della nostra scoperta. Eravamo nelle camere funerarie di quello che un tempo fu il Tempio di Lathander ormai distrutto, quindi nel nostro peregrinare nel sottosuolo avevamo raggiunto le profondità sotto la città di Dagger Falls.

Continua a leggere 11 Mirtul, 1356 DR – Meglio fortunati che bravi

11 Mirtul, 1356 DR – Una scala nell’oscurità

Cara Tirse, 
 
non so se e quando riuscirò a inviarti questa lettera, ancora non mi sembra vero che siamo sfuggiti dalle grinfie di quei giganteschi nani schiacciasassi. Non so per quanto tempo avrei resistito fra balzelli e corde, un altro po’ e avrei finito per intricarmi nelle mie stesse briglie! Fortunatamente Gyventhaar si sta rivelando essere molto più di una spada: chissà in quali altre occasioni rappresenterà una chiave di volta come successo ieri. Eravamo infatti riusciti a radunarci tutti nella stanza dell’altare. Non senza difficoltà ovviamente. Per sviare le “attenzioni” di quelle statue animate Paula ha corso un grosso rischio: credevamo si fosse resa invisibile per rimettere la pietra al proprio posto, cosa che ci avrebbe infatti di seguito confermato di avere fatto, ma, piccolo inconveniente, con la gemma in mano il suo incantesimo risultava inefficace!