Geografia dei Reami: Mistledale – 1356 DR

Mistledale

“Di tutte le Valli, due solo sono gemelle nel temperamento delle genti e nel modo di approcciarsi alla vita: Shadowdale e Mistledale. Tuttavia, mentre Shadowdale ha vissuto momenti difficili e vicende sanguinose, Mistledale ha un passato fatto di pace e prosperità. Fin dai tempi della reggenza di Doust Sulwood a Shadowdale, Mistledale si è dimostrata il migliore e affidabile degli alleati. Dovreste visitare questa Valle, è abitata da gente magnifica.” – Elminster di Shadowdale

Conosciuta per la pace, i terreni ben coltivati da capaci agricoltori e per gli eccellenti amministratori, Misledale, la Valle della Nebbia, è probabilmente, assieme a Deepingdale e Shadowdale, il luogo migliore dove prendere casa nelle Valli. La gente di queste contrade è amichevole e aperta, forse perché non ha mai dovuto affrontare i problemi che hanno vissuto le altre Valli.

La valle copre un ampio territorio che si apre per quasi 160 chilometri da est a ovest, per circa 50 di ampiezza. Si tratta di una regione piuttosto piatta se confrontata alle valli vicine. La gente di Mistledale non ha mai realmente dovuto disboscare per guadagnare terreno coltivabile in quanto, fin dai tempi dell’antica Cormanthyr, la regione era priva di boschi di rilievo. Migliaia di anni fa, si narra, una stella cadente aprì uno squarcio nell’immacolata foresta di Cormanthor; fu un rogo immane a causa del quale gli alberi lasciarono posto ad un terreno molto fertile.

La strada Tilverton-Hillsfar, meglio come conosciuta come Strada del Mare della Luna, passa lungo la valle ed è l’arteria che porta il maggior numero di viaggiatori a transitare da queste parti. Infatti Mistledale resta isolata a nord e a sud, circondata dal Mediobosco di Cormanthor. Le sole altre vie battute sono un sentiero che porta, a nord, direttamente a Shadowdale, seguendo le sponde del fiume Ashaba, e  uno a sud, il Tragitto di Yeven, che arriva a Battledale. A dire il vero ne esiste un terzo che porta a Essembra, ma sono in pochi a calpestarlo poiché passa attraverso la Vallata delle Voci Perdute (Vale of Lost Voices), un cammino che anche gli elfi preferiscono evitare.

L’insediamento più importante a Mistledale è Ashabenford, letteralmente guado sul fiume Ashaba, ma esistono altri piccoli villaggi come Elvencrossing, Glen, e Peldan’s Helm.

Il Consiglio dei Sei

Mistledale è governata dal Consiglio dei Sei, un gruppo di rappresentanti che è eletto informalmente. I consiglieri provengono da ogni luogo della valle e normalmente sono capi clan, guide dei villaggi o importanti agricoltori. Il Consiglio si incontra ogni tre mesi perché spesso i suoi rappresentanti hanno altri doveri da sbrigare nei luoghi natali. I Sei scelgono un Alto Consigliere che rimane in carica per tutto l’anno. Egli deve occuparsi delle questioni routine e dell’amministrazione della giustizia ordinaria, ma gli si richiede di convocare il Consiglio nel caso ci siano questioni importanti da dibattere. L’Alto Consigliere del 1356 è Haresk Malorn, uomo noto per la sua saggezza e onestà.

Legge ed Ordine

L’ordine e la difesa della valle è garantita da una forza di uomini a cavallo, i famosi Cavalieri di Mistledale. Essi possono prendere in custodia i criminali, ma non possono pronunciare sentenze. I Cavalieri, che operano spesso in piccoli gruppi , guidando i pattugliamenti della milizia cittadina, portano armature a piastre fregiate dal cavallo bianco, l’insegna di Mistledale.

Commercio

Ashabenford è il centro di commercio più importante della Valle. I prodotti più importanti sono manufatti tessili che arrivano anche nei grandi centri del Cormyr e del Mare della Luna, ma bisogna ricordare anche la produzione di cereali, fieno, patate, barbabietola  e di carne di ovini e bovini.

Templi

Mistledale ospita importanti abbazie, che sono anche fonte di commercio col vicino contado. L’abbazia del Fascio Dorato (Golden Sheaf Abbey) rimane ad un 4-5 chilometri da Ashabenford, qui si adora Chauntea. L’abbazia del Boschetto di Quercie (Oakengrove Abbey) è invece più lontana, a circa 30 chilometri, oramai nei pressi dei boschi elfici; è devota a Silvanus.

Peldan’s Helm

Si tratta di un piccolo insediamento situato nella parte ovest della valle. Prende nome dal suo fondatore, Pelden, un soldato cormyriano che si ritirò qui circa 350 anni or sono.

I Campi dei Tumuli (Barrowfields)

Situati a 50 chilomentri da Peldan’s Helm stanno una dozzina di basse colline che sono ritenute il cimitero di un’antica tribù che abitò la valle in tempi remoti. Nessuno si avvicina a quest’area perché è ritenuta infestata dagli spiriti e perché nebbie impenetrabili la circondano in qualunque periodo dell’anno.

Ashabenford

E’ un pacifico villaggio di contadine sulle sponde del fiume Ashaba, circondato da grandi fattorie fertili e campi coltivati. La popolazione ammonta a circa 500 anime, ma considerando anche le compagnie di avventurieri, il numero sale molto più in alto. Ashabenford si sviluppa attorno ad un guado naturale sul fiume ed è la capitale di Mistledale. E’ protetta da i Cavalieri di Mistledale, abili guerrieri a cavallo esperti nell’uso della lancia, che comunicano attraverso la valle con i loro corni.

Ashabenford_map

Il Cervo Bianco (1)  E’ un grande edificio, arredato con gusto e confortevole. Vi si respira un’accogliente atmosfera e la locanda è rinomata per essere il miglior posto per i ritrovi degli avventurieri.

I prezzi sono molto ragionevoli, per una moneta d’oro, il cliente ha un posto per la sua cavalcatura nella stalla, una camera singola con un bagno caldo ed il lavaggio dei propri vestiti, che vengono lasciati asciutti davanti la porta, la mattina successiva.

Grazie ai tanti avventurieri che frequentano questo posto, è frequente che si possano apprendere storie eroiche o racconti di tesori ancora da scoprire.

Il Mulino di Thorm (2)  E’ l’unico mulino di grano di Mistledale, ed il proprietario, Thorm Ubler. Thorm è un uomo grasso, con la barda incolta con gli occhi azzurri ed i capelli neri striati di grigio. Pieno a tutte le ore, con contadini, mercanti, agricoltori, che contrattano o portano il loro grano a macinare da Thorm.

Le Stalle di Kaulvaerus (3)  E’ un grande allevamento nella zona a sud della città, rinominato in tutte le valli per la qualità dei suoi cavalli. Il proprietario, Kaulvaerus Greymantle, è un elfo silvano dagli occhi nocciola, con i capelli neri con riflessi verdi.

Cuoio di Qualità da Lhuin (4)  Si tratta di una conceria di cuoio, un piccolo edificio di pietra, che vende cinture, redini, mantelli invernali, corazze di cuoio, cappelli, scarpe, tende e sacchi.

Il Velo di Velluto (5)  Si tratta di una costruzione a tre piani, molto grande e spaziosa, dove le persone posso ritrovarsi per bere e per assistere ai balli delle ballerine, Al piano terra c’è una grande sala, dove i clienti e le ballerine esotiche possono ballare.

La Locanda di Ashabenford (6)  Si tratta della migliore locanda della città, un grande complesso a tre piani, arredato riccamente, con mobili antichi e pregiati tappeti ed arazzi. Nella locanda si trovano molte stanze, ognuna delle quali, arredata diversamente, pulite e tutte con un bagno personale.

La Tavola del Raccolto (7)  Ashabenford non ha nessun tempio ufficiale ma ci sono numerosi santuari sparsi per il territorio, tipo questo, dedicato a Chauntea. Questa piccola costruzione, con una trabeazione sorretta da imponenti colonne di ordine corinzio, è gestita dalla Sorella della Terra Jhanira Barasstan.

La birreria di Arlho (8) Questo edificio, una piccola costruzione lungo la strada principale, è una birreria di proprietà di Arlho, un mercante di vini originario di Sembia. Qui è possibile gustare ogni tipo di vino o birra caratteristici della zona, tra cui la birra locale, di uno straordinario gusto.

Multhimmer il Mercante (9)  Questo mercante vende utensili in ferro, vetro e ornamenti di vario genere. Il suo negozio è una costruzione di modeste dimensioni, dove lavora do solo.

Braunstar Wheelwright (10) E’ un costruttore di carri che ha fatto fortuna qui a Ashabenford, infatti, il suo negozio è rinomato nel villaggio per quanto riguarda la costruzione di carri, ruote e carrozze.

Lo stagno di Heresk (11)  E’ uno stagno piccolo, ma circondato da una rigogliosa vegetazione. C’è una leggenda locale che dice che sotto la terra dello stagno siano conservati i tesori della famiglia governante.

La Casa dell’Alto Consigliere (12) Si tratta di una grande villa con due alte torri, circondata da un ampio giardino, dove normalmente vive Heresk, il signore della città. Ogni tre mesi un consiglio di sei rappresentanti della città si reca alla villa per discutere con il signore dei problemi locali. La villa è ben tenuta e ci sono molti inservienti, tra cui giardinieri, camerieri, cuochi, ecc. Si narra che all’interno vi sia conservata l’armatura di Peldan, un avo della famiglia regnante che si fece creare una corazza di piastre da un potente mago.

Nella villa ci sono sempre numerose guardie e cavalieri che controllano la situazione. Ai normali cittadini non è concesso entrare nella casa del concilio, senza un invito scritto.

Spedizioni da Blackeagle (13) Si tratta di un edificio in legno nella parte orientale della città che vende formaggio, birra, merci orientali ed altre provviste commerciando direttamente con i porti di Harrowdale e Scardale. Il suo proprietario è Iletian Blackeagle, un uomo basso e magro con i capelli e gli occhi neri.

Lo stagno di Horsewater (14) E’ uno stagno fangoso dove molto spesso i cavalieri di Ashabenford portano le loro cavalcature ad abbeverarsi. Si trova nei pressi del villaggio ed il ritrovo per la maggior parte delle persone che vogliono stare da sole o per parlare in santa pace. E’ molto frequentato dagli avventurieri, qui infatti, è possibile apprendere qualcosa a proposito di leggende locali o sulle abitudini delle persone. In estate, viene fatta una fiera sulle rive dello stagno, e alcuni mercanti vengono qua per vendere, frutta, birra e mercanzie varie.

Le importazioni di Jarwain (15) E’ un piccolo negozio che vende abiti, sete pregiate, cotone ed altri indumenti che vengono direttamente acquistate nel Cormyr.

La Casa di Arvien (16)  La  bottega è un’ampia stanza con una fornace ed alcuni incudini, dove lui crea oggetti di metallo.

Baracche dei Cavalieri di Mistledale (17) Questo complesso nella zona a nord-ovest del paese ospita gli alloggi dei soldati, una forgia, un magazzino per il cibo, una stalla ed una prigione.

L’emporio di Hersk (18) E’ un emporio nella zona centrale del villaggio che è gestito dalla famiglia che governa Ashabenford, i Malorn. La costruzione è un grande edificio in legno e mattoni con una grane porta a due battenti.

Il guado (19)

I Sei Scudi (20) E’ una piccola e sudicia costruzione dove è stata aperta una locanda per i poveri che non si possono permettere i lussi del Cervo o della Locanda di Ashabenford.

Nonostante, nella vita reale, i protagonisti di questo blog abbiano un'occupazione, abitudini sane ed interessi culturali, essi amano indossare una maschera e, periodicamente, oltre la porta della fantasia, cimentarsi con intrighi politici, tesori nascosti, tombe di famigerati stregoni e quanto di più bizzarro vi possa venire a mente. Qui si narrano le vicende delle loro Compagnie.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: