Archivi tag: Zio Faro

4 Marphenot, 1356 DR – Una passeggiata nel verde

Finalmente una passeggiata nel verde, non ne potevo più di affaticare quel povero cavallo con il mio peso. Mi piace l’odore della natura quando piove, a dire il vero mi piace sempre l’odore della natura. Cominciavo a stancarmi di stare al villaggio, ci voleva questo diversivo della consegna a Way Inn.

Zio Faro mi aveva avvertita che la compagnia sarebbe stata insolita: “…ma alla fine sono dei diavoli per bene, almeno credo..”. Ecco, quel almeno credo” mi lascia perplessa, staremo a vedere. Sono in effetti soggetti particolari: Bennet, oltre a sembrare una persona in miniatura, ha degli strani tic ad un occhio; Piedgrey ha una specie di mania per la propria chioma; il signor Norvagûn, un nano distinto, non proferisce parola alcuna ma in compenso fa un sacco di domande sulle storie legate alle miniere di Illefarn

A questo proposito si è già rivoltato il carattere solforoso di Piedgrey, che pare non concepisca di dare informazioni senza avere una contropartita. Max Di Nona, di cui io avevo sentito parlare come lo smemorato di Daggerford , conferma quanto si dice su di lui: non si ricorda nulla del suo passato più passato. Nonostante le fattezze non proprio armoniche, Lucano sembra essere il più accomodante e socievole, tant’è vero che ieri sera non si è trattenuto dal proporre un brindisi dietro l’altro, con conseguenze disastrose sulla lucidità dei commensali, fatta eccezione per Norvagûn, che penso rimarrebbe impassibile anche con il didietro sulle braci.