Archivi tag: Orbakh

19 Eleasias, 1356 DR – Su e giù per il Poliandro!

Halfgrimur interroga l’uomo, che, privo del cappuccio, rivela tracce di squame sul volto. L’uomo non parla alcuna lingua conosciuta eppure intende l’elfico. Quando si dice che gli anni della scuola non servono a nulla! Vivamente caldeggiato e incoraggiato dalla punta della torcia dell’elfo, in capo a due minuti, il nostro benefattore ritrova lessico e una discreta dizione. Ci racconta che il nano che andiamo cercando per conto dello gnomo Imong Ituttof si trova nella Torre delle Ossa, presso il Poliandro e presto verrà sacrificato. Gli scavi continuano, presto il dracolich sarà risvegliato e di Myth Drannor non rimarranno che leggende.
Tralasciando l’opportunità di questa ultima affermazione, per un attimo siamo tutti pietrificati. Nessuno parla, ma è evidente a tutti che la resurrezione di una creatura come quella incute un orrore tale, la cui ombra si estende ben oltre la nostra missione o le nostre vite.
A quel punto Kloi si avvicina e alleando il potere di Tyr con quello della Città della Musica, richiama dalla mente dell’uomo le sue recenti memorie. Kloi racconta di un torrente e di un guado poco avanti a noi e poi descrive il Poliandro: una parte di bosco in cui gli alberi, seppur sempre imponenti, sono molto più radi, pieno di tombe e di persone che lavorano. Vede anche una torre di tre piani, ma non il suo interno, perché l’uomo interrogato evidentemente non vi entra mai. L’uomo lavora all’entrata di un tumulo situato sul lato di una collina e a un’altra tomba più piccola.
E’ stato anche nel castello di Myth Drannor, dove trascorre le sue notti.

Continua a leggere 19 Eleasias, 1356 DR – Su e giù per il Poliandro!