Lurin figlio di Tregar – RIP

3 pensieri riguardo “Lurin figlio di Tregar – RIP”

  1. Per la mia esperienza è stata una sessione atipica, simile a quelle che si fanno a casa piuttosto che in club. Ho molto apprezzato la volontà e l’apertura sulla parte di interpretazione e narrazione. Tra tutti questo giro ho preferito Paddi, che ha avuto l’idea di passare a casa dell’incantatrice piuttosto che avventurarsi direttamente nei dintorni di Eveningstar senza avere un indizio in mano. Lauro è stato coerente col suo PG, e ci ha permesso di costruire un po’ del suo background. QB ha avuto il coraggio di rimanere fuori dai giochi e questo mi ha dato lo spunto per improvvisare e introdurre un nuovo NPG, cosa che non era prevista se non più avanti.

    Vediamo cosa succederà la prossima volta.
    PX: 25

    "Mi piace"

  2. Sessione dell’8 Giugno 2017: PX R.I.P.

    In generale mi trovo molto in sintonia con quello che mi pare essere il vs stile di gioco. Per quello che ho capito fino ad ora vi piace molto interpretare il personaggio, mentre i combattimenti, specie quelli lunghi, tendono ad annoiarvi.
    È un po’ un problema delle edizioni successive alla seconda quello della proliferazione dei punti ferita. Per darvi un’idea una volta solo le classi “guerriere” potevano ottenere più di 2 punti ferita a livello per alta Costituzione e, arrivati al 9°, si smettevano di tirare dadi vita e percepire bonus costituzione; si aggiungevano invece 1, 2 o 3 punti ferita . Così un guerriero del 10 poteva avere molto facilmente 65 ferite, un chierico 45, un ladro 30/35 e un mago 20. Ovviamente si parla di PG non barati. Anche i mostri avevano meno vita.
    Il danno tuttavia era simile, ne consegue che si otteneva meno la sensazione di un borioso esercizio di tiri di dado e i combattimenti filavano via più spediti. Altra complicazione, dalla terza in avanti è stato l’uso della griglia nei combattimenti, che introdusse un gioco nel gioco e per fortuna è diventata opzionale alla 5a.

    La filosofia nel tempo è cambiata, ma mi pare che il gusto dei giocatori, anche della vostra generazione, sia affascinato dall’idea di sfida, di gioco a dadi con la morte, piuttosto di una sempre presente garanzia di “sfangarla” in qualche modo (una volta a 0 HP si moriva e basta, idem se sbagliavi un Tiro Salvezza contro veleni, i non morti ti risucchiavano i livelli, un vampiro 2 a botta; per avanzare al 20° livello ci volevano 3 milioni di PX). Insomma, voi non lo sapete, ma hanno addolcito la scalata e non di poco.

    Mettendovi faccia a faccia coi dadi (quindi nessun tiro dietro lo schermo) e col rischio reagite bene, segno, a mio parere e di questo avevo bisogno di conferma, che quella rete di protezione che hanno costruito attorno “millenials”, anche nei gdr, non sia sempre così cercata e desiderata. Nel momento in cui il giocatore sente di essere forzosamente graziato dal DM o dal gioco, cade, a mio parere, quel patto tacito che si instaura per dare una verosimiglianza ad un alter ego e scema l’interesse del giocatore. Solo uno su tanti ce la fa, prova ne è stato il povero Lurin, i pericoli diventano reali e i luoghi più misteriosi e oscuri. A mio parere ci penserete due volte prima di sfidare a cuor leggero le Sale Infestate, sapendo che non tutti i pericoli sono a misura del livello del vs personaggio.

    Punto finale di questo commento è il seguente: le difficoltà aguzzano l’ingegno, personaggi che girano senza armi da tiro o lancio, che ingaggiano mostri e non valutano la fuga, che non prendono in considerazione la possibilità di parlare e parlamentare in un gioco d ruolo hanno sempre, nei tempi in cui mi sono fatto le ossa io, avuto vita breve. Per questo, per mettere a prova il vs intelletto e i vs personaggi, mettiamo in scena un mondo ostile e non tarato su misura. Questo è lo stile “old school”, forse ne avrete sentito parlare.

    Da voi mi aspetto sempre dialoghi in prima persona, aiuto a creare atmosfera e fantasia a profusione.

    "Mi piace"

Rispondi a Mattia Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Nonostante, nella vita reale, i protagonisti di questo blog abbiano un'occupazione, abitudini sane ed interessi culturali, essi amano indossare una maschera e, periodicamente, oltre la porta della fantasia, cimentarsi con intrighi politici, tesori nascosti, tombe di famigerati stregoni e quanto di più bizzarro vi possa venire a mente. Qui si narrano le vicende delle loro Compagnie.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: