2 Kythorn, 1358 DR – Warwalkers

CHARACTERS IN PLAY

Zachary Bumblerose: Capitano dei Dragoni Purpurei del Cormyr, recentemente proclamato generale della lega del drago bianco

Il “venerabile” Dirnal di Clangeddin Barbargento: Fittone morale, dispensatore di solarium e di eterno riposo

Halfgrimur della Corte Elfica: Ossessivo seminatore di zizzania e all’occasione tiratore d’eccezione

Imong Ituttof: Factotum dell’Underdark e squisito ospite

Fafnir Truesilver: Nobile Cormyreano imprevedibile bungee jumper e mago sparatutto

other characters

Trublup rappresentante quo-toa

Seiveril Mirital elfo alto, raro negli album delle figurine

Brosius rappresentante svirnefblin

Gador rappresentante svirnefblin nell’Underdark

Feniar dreider, amico “si fa per dire” di gador

Arendra, Isha e Tara coscritti di scardale al servizio del capitano Bumblerose (organizzeranno a breve una class action per chiedere al master un feat)

Uno- quei-nomi-nanici-generati-casualmente Rappresentante Nani liberati

THE VILLAINS

Marchese Von Linden Lord Comandante dei morti, Signore delle ceneri

Teskin Drow controverso

Rendmaw Non è che si può spoilerare tutto!

WARWALKERS

ATTO I

Quartiere generale dell’alleanza, stanza del comando del baluardo. E’ presente tutto il consiglio di guerra, tranne dirnal. Zeke, Halfgrimur, Imong, Fafnir, Trublup, Seiveril, Brosius.

Imong: Ho alcune domande e considerazioni per te, Zeke. Il cormyr arriverà a darci manforte? Se le forze dei morti vengono dai corpi che trasformano in nuovi ghoul, se non diamo loro nuovi corpi potrebbero non avere rinforzi e questa potrebbe essere una buona occasione per contrattaccare. Abbiamo perso molti uomini, dobbiamo trovare a nostra volta nuove energie, dove cercarle? e infine che cos’è questo bosco dei fantasmi?

Gador: all’ultima domanda posso risponderti io. E’ tabù, nessuno ci mette piede, né noi né i morti, se cercate risposte dovreste provare a Angrim

Imong: sembra una buona idea, secondo me tutto ciò che sta dietro la linea formata dalla città, dal luogo della battaglia contro colui che brandiva la spada del gelo e questo baluardo è sotto il controllo dei morti, se cerchiamo alleati dobbiamo guardare altrove

dirnal: (rientra): i morti vincitori riposano in pace ora, sono in terra consacrata, in nessun modo potranno essere riportati in vita dal nostro nemico

trublup: città dei bevitori di sangue essere luogo di tenebra molta, grandi tombe anche essere territorio di ghoul

Dirnal: e nani di fosso, ce ne stanno in giro?

Brosius: nani di fosso?

Dirnal (sospira): duergar, derro, ufficiali del cormyr!

Brosius: non vediamo duergar da almeno 30 anni, da quando vennero i morti. Prima Angrimm era la città dei nani, ribattezzata poi Ylesh Nahei (gioiello rubato) dai Drow che l’hanno riconquistata ai ghoul.

Imong: Non ci sono altre comunità? Non so, trogloditi?

Gador: certo che sì

Zeke: cosa aspettavi a dircelo? Ti è chiaro che cerchiamo alleati?

Gador: sì, non ho ritenuto che i trogloditi fossero possibili alleati, inoltre il territorio in cui vivono è pieno di sorgenti solforose e l’aria è irrespirabile

Imong e Halfgrimur (si consultano): per quanto ne sappiamo i trogloditi comunicano attraverso l’odore e si nutrono di carne, preferibilmente umana.

Imong: Propongo di andare prima ad Angrimm e passare poi dai trogoloditi, che sarebbe difficile portarsi dietro.

Zeke: In mia assenza, il comando passerà a Seiveril. (a Tara) Raduna i nostri soldati, ho una comunicazione da fare.

Zeke (sul balcone assieme a Seiveril): Soldati del Cormyr, Gnomi Svirfneblin, Quo-toa! Avete stretto un’alleanza contro le forze dell’oscurità e, sotto il mio comando, combattuto e vinto un’importante battaglia. Il nemico è scosso, ma si sta riorganizzando e anche le nostre perdite sono ingenti. Ci servono nuovi alleati. Io e alcuni degli altri membri del consiglio di guerra accanto a cui avete combattuto partiremo per questa importante missione. In mia assenza lascio a Seiveril Mirital delle genti alte il comando del baluardo.

Da questo momento la nostra non è più un’alleanza temporanea per fronteggiare un nemico comune, da oggi combattiamo sotto la stessa bandiera. Da oggi siamo un unico popolo. Da oggi siamo (Zeke mostra uno stendardo su cui e’ stato dipinto – da egon rembrandt pittore da campo personale del capitano – un drago bianco) la lega del drago bianco. il drago per il cormyr, il bianco per tutti i popoli del sottomondo, un simbolo per la caduta definitiva dei morti nostri nemici!

(I soldati acclamano il generale. Tutti escono)

ATTO II

(Dopo tre giorni di cammino giungono a Angrimm)

Halfgrimur: Una città in rovina, con una torre come unico edificio restante, la decadenza di questo posto è desolante.

Fafnir: guardate! si intravede una luce rossa in cima alla torre!

Zeke: e qui ci sono le impronte di uno scarponcino che dirigono su quella porta

(Dirnal bussa)

Teskin: Avevo sentito il tuo odore, nano! Che vuoi?

Dirnal: sono Dirnal di Clangeddin, ma forse dovresti parlare con il comandante della compagnia

Zeke: sono Zachary Bumblerose capitano dei dragoni purpurei del cormyr e ora generale della lega del drago bianco, qual è il tuo nome?

Teskin, mi chiamo teskin, ho visto molti uomini e molti nani bussare alle porte di Ylesh Nahei, in cerca dell’antica conoscenza, ma pochi elfi. Pare che si divertano a giocare a rimpiattino al riparo delle fronde dei loro boschetti, pochi inclini a misurarsi con luoghi meno agevoli.

Halfgrimur: mi mancava giusto un ciondolo al mio pendaglio

Dirnal: Per la mia barba ferrata, Elfo, Non stava parlando il capitano?

Zeke: siamo qui per scacciare la sciagura di morte vivente che appesta queste lande. Un patto è stato stretto tra le genti della superficie e le genti del sottosuolo, che ora combattono riuniti sotto il simbolo del drago bianco.

Teskin: La vita degli uomini è per noi come un battito di ciglia. Ti credi nel fiore degli anni e io vedo il tuo corpo incenerirsi. Non avrai alcun aiuto nella tua guerriciola, Zachary Bumblerose, ma noi scambiamo sapere per ricchezze cosSsa hai da barattare?

Imong (vede saettare una inattesa lingua biforcuta tra le labbra del drow): Un bel mazzolino di fiori di pergamena

Teskin: non mi impressioni

Imong vergate in lingua Arcana

(una voce femminile dall’interno): Fallo passare Teskin!

Teskin: Non ci disturbiamo per così poco

Imong: da potenti incantatori

(una voce femminile dall’interno): Fallo passare Teskin!

Teskin: Siete enuti per Doresain, no? Volete conoscere la sua storia, vero? Entra allora Imong, all’ultimo piano. Lei si chiama Rendmaw.(Teskin e Imong spariscono all’interno della torre)

Imong: Ora siamo soli. Voi non siete drow, chi siete veramente?

Teskin: hai buon occhio, gnomo! (Teskin si trasforma in una creatura metà umanoide e metà draconica)

Ora fammi vedere le tue carte.

Imong: una pergamena di protezione dagli elementali, un pergamena di rallentamento.

Teskin: Attenzione Imong, sei molto vicino a perdere molto di più di quelle inutili pelli conciate

Imong: e questa mazza, è appartenuta…

Teskin: A Lashan. Molto bene, allora. Sali da Randmaw, forse ci rivedremo.

(Imong sale fino all’ultima stanza della torre e la scopre ricolma di ogni ricchezza e meraviglia. Al centro un sfera attorno alla quale sta acciambellato un enorme drago sottile e scuro.)

Rendmaw: Sei venuto per prendere qualcosa Imong. Puoi prendere quei due libri, in quello scaffale e solo quelli, mio dolcetto!

Imong: sono stato a Myth Drannor eppure sono colpito. Liber putrescentia, The true word of the lord of Decay, sono questi?

Rendmaw: sono quelli, mio grissino.

Imong: solo una domanda. Perchè la minaccia Ghoul non vi interessa? La loro presenza danneggia tutti gli abitanti del sottomondo

Rendmaw: Mia sfogliatina, Doresain sa che non deve importunarci e voi non potete permettervi il nostro aiuto

Teskin: Ora scendi, gnomo! Non tentare oltre la sorte.

Dal liber putrescentia:

[…] e i Ghoul fuggirono dai bagliori degli scarabei quando questi eruttarono sulla piana imbizzarriti e folli.

[…] in bilico tra piano delle ombre e piano elementale i veri ghoul dirigevano gli orrendi lavori. I ghoul comuni assemblavano corpi e membra in tumuli osceni da cui sorgevano catapulte, balliste e altre macchine da assedio e le corde erano i nervi dei morti e l’olio il loro grasso e il cigolio, le urla della loro eterna dannazione.

[…] in un assalto cieco e brulicante, i ghoul riempirono i passaggi che conducevano all’oscuro lago sotterraneo sotto la guida dei loro lord comandanti. Non ci sarebbero stati altri guizzi, altri tuffi e altra rigenerazione per il popolo degli abissi. I Quo-toa attesero ordinati il loro putrescente armageddon e i ghoul arrivarono, assaltarono e morsero e lacerarono, ma gli uomini pesce non retrocedevano né mostravano segno di irrigidimento o paralisi Il loro sangue freddo reagiva nei corpi senza vita dei ghoul costringendoli a rigettare le loro stesse viscere. E i corridoi non risuonavano più delle urla disumane dei morti, ma dei gorgheggi furiosi e implacabili dei quo-toa che avanzavano vincendo il destino una volta ancora.

[…]avremmo dominato ogni cosa e quando lo aprimmo vedemmo che qualcuno ci attendeva dall’altra parte.

Io fui divorato immediatamente. Perché proprio io? ciò che resta della mia coscienza non riesce a concentrarsi sulla risposta. Fui divorato, ma il mio spiritò perdurò. Uno dopo l’altro gli altri sei caddero sotto il suo dominio e ora sono i suoi terribili servitori. Un attimo dopo mille uncini attaccati a catene indistruttibili sbucarono dalla terra e si agganciarono alla mia pelle e cominciarono a tirare. Pagavo per la mia superbia, ma non potevo cadere, non ancora e così resistetti e la mia pelle si staccò, per ricrescere e attendere altre catene, ma io devo lasciare una testimonianza perché qualcuno possa fermare ciò che ho contribuito a scatenare.

Esiste una sfera, la sfera delle ombre, che lievita sopra 6 pilastri. Essa contiene un portale che consente la presenza dei morti su questo piano. La sfera deve essere distrutta, eppure questo è un compito quasi impossibile. L’unico modo è portarla in piena luce, confrontarsi con la magia del suo creatore e infine resistere alla sua instabilità che ne causerà con ogni probabilità l’esplosione.

Ora devo cedere al peso delle mie catene, che gli dei abbiano pietà del mio spirito, facendo giungere infine eroi vittoriosi.

Halfgrimur: Fafnir, non dormi la notte e trascorri tutto il tuo tempo a leggere il libro di doresain, cosa succede?

Fafnir: qui c’è della grandezza, malvagia certo, ma sorprendente!

Dirnal: Fafnir, liberati del libro in nome di Clangeddin!

Fafnir: tu non capisci, il suo sguardo sulle cose, la sua sapienza di ciò che si cela oltre il velo

Dirnal: In nome di Clangeddin, l’ombra che ti annebbia la mente sia scacciata nel suo piano di esistenza!

Fafnir: …cosa succede?

Dirnal (prende il libro): Questo è meglio se lo tiene Imong

Halfgrimur: Non c’è un secondo da perdere, Seiveril mi ha appena comunicato che i ghoul sono alle porte della città, dovremo fare a meno dei trogloditi e preparaci al peggio.

ATTO III

I personaggi sono sulle mura del baluardo e guardano le schiere dei ghoul ordinate e immobili. Li guida un ulteriore Lord Comandante.

Von Linden: Io ezzere Marcheze Jozef von Linden Jozef, Zignore delle zeneri und venire proporre armizio da parte di mio zignore Lord Dorezain Lord. Lui riportare voi qveste anime ti nani. Lord Doresain stringere nuofa allianz con Cormyr, Ja? Und alle zottozuolo torna in nuofo eqviliprio nuofo und Lord Doresain non infadere più zuperfizie. Cosa foi dire?

Zeke: Che intanto liberi i nani in segno buona disponibilità e noi valutiamo la cosa.

Von Linden: liperate qvesti infelici, che tornino talla loro zente. Noi appiamo molti peni laforati peni con loro nani.

(si riunisce il consiglio di guerra)

Imong: la decisione spetta al generale, ma al costa della spada non vedrà bene un’alleanza e io non parteciperò se la decisione andrà in questo senso

Trublup: Quo-toa combattere

Brosius: il mio popolo vuole la fine delle ostilità. Questa è un’occasione inattesa che dobbiamo cogliere e forse ci sarà uno spazio anche per gli gnomi nel sottosuolo dopo tanto penare. Se decidete di combattere, noi gnomi potremmo decidere di non fare parte della battaglia.

Fafnir: scusate, non sto bene devo ritirarmi nella mia tenda

Zeke: la sfera garantisce a doresain una riserva di forze pressoché infinita, se non li finiamo ora, potrebbe non esserci una nuova occasione. Avvieremo le trattative solo per guadagnare tempo, recuperare gli scarabei, stringere alleanza con i trogloditi, organizzare l’esercito e inviare una squadra che segretamente cerchi di distruggere la sfera.

Uno- quei-nomi-nanici-generati-casualmente (Taklin Foamtankard) : i morti ci usavano per costruire la loro citta’, se proprio volete entrare c’è un modo, un ingresso nascosto che sbuca proprio vicino al palazzo del cancello nero in un parco interno interamente ricoperto da funghi di ogni tipo e dimensione. In questo modo si evita la baraccopoli di ghoul, topi mannari e xorn. Un’avvertenza tuttavia è necessaria: quel luogo viene usato dai lord comandanti per la caccia ai purple worm.

(Sessione VIII, 13 Novembre 2018)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...