9 Mirtul, 1356 DR – Balla, che la musica te la facciamo sentire noi!

1331 dalla fondazione di Casa Obarskyr – Anno del Verme, primavera.
Rapporto di Zachary Bumblerose, soldato dell’ordine dei Dragoni Purpurei.

Impieghiamo due giorni per uscire dalla foresta di Spiderhaunt e raggiungere i cavalli, che, per nostra fortuna, sono ancora dove li avevamo lasciati. Durante il viaggio Tyr è al nostro fianco e tramite Kloi risana le ferite riportate dalle innumerevoli battaglie che abbiamo affrontato. Guardo i miei compagni. Spiderhaunt ci ha segnato. Le Valli ci hanno segnato. Che posto è mai questo, in cui le cose cambiano di continuo?
Il Cormyr non è così. Sono un dragone purpureo e ho ricevuto ordini precisi, ma ora, è inutile negarlo, di quella missione resta ben poco. Abbiamo deciso di seguire Telimas, scortato o rapito da miliziani goblinoidi e diretto a Dagger Falls e a Dagger Falls mena l’unica traccia per rintracciare Lady Rowanmantle. Mi chiedo cosa le sia successo. Quale incantesimo gettano le valli su di noi? Ma è un pensiero fugace, seguirò i miei compagni fino a quando le nostre strade non si divideranno e il mio cuore è sereno.Non so cosa pensino nel Cormyr, non mi sento un traditore eppure a un certo punto devo aver maturato e compiuto una scelta. Spero che a Dagger Falls mi sarà dato di comprenderla.

… ci imbattiamo nei resti bruciati di goblin…
Ci dirigiamo a cavallo alla volta di Dagger Falls con un’esile speranza di raggiungere Telimas e i goblin prima che entrino in città. Superiamo il Ponte dei Serpenti e percorriamo il sentiero Tetyamar che arriva fino alla capitale delle Daggerdale. A circa un giorno dalla città, quando il sentiero comincia a costeggiare le Colline Pugnale, ci imbattiamo nei resti bruciati di goblin. Una battaglia ha avuto luogo non più di dieci ore prima del nostro arrivo. I goblin sono stati assaliti da qualcuno, tuttavia l’attacco non ha avuto un esito determinante, poiché dalle impronte si vede che l’unico pony, sul quale cavalca Telimas ha proceduto per la città con una scorta di 50-100 creature come goblin, orchi e forse anche gnoll.
Ci interroghiamo se sia il caso di effettuare un ultimo tentativo per raggiungere Telimas o deviare per le Colline Pugnale in cerca degli assalitori, che potrebbero far parte di una resistenza organizzata. Meena ci conforta sullo stato di Dagger Falls, ci dice che, nonostante la presenza di goblinoidi, rimane una città aperta. Per qualche ragione è difficile opporsi ai suggerimenti di Meena, mi dico che la speranza di trovare una buona locanda dove lavare la stanchezza e la tensione del viaggio incrina la mia lucidità tattica. Così sproniamo i cavalli, ma il mio cavallo e quello di Paula non reggono. Non ci resta che rifugiarci tra le Colline Pugnale, perché i cavalli spossati avranno bisogno di un giorno intero per riprendersi. Mi impongo di tenere un minimo di disciplina, ma trascorriamo la giornata come fossimo al campeggio. Meena e Paula confabulano tutto il giorno accanendosi attorno a vecchie pergamene semisbriciolate e al nodoso bastone di Telimas. Alla fine pare che la pergamena abbia a che fare con la ferramenta e il bastone sia in grado di fare luce se usato nel modo appropriato. Con bene, petrolio e acciarino, sarebbe perfetto, ma le lascio trovare la soluzione da sole, dato che hanno studiato. Kloi e Madarn se ne vanno nientemeno che a caccia di sterco di pipistrello. Lo riferisco per dovere di cronaca. Alla fine, dato il valore della suddetta materia, pare che i pipistrelli se lo tengano per loro, così i due tornano a mani vuote. Halfgrimur è sparito e chissà come mai la cosa non mi stupisce. Se ne torna a notte inoltrata riportando notizie di hobgoblin accampati che, nonostante il desiderio di far conoscenza mostrato da Arpino, non riusciamo ad incontrare.
La porta principale di Dagger Falls

Il 9 Mirtul, quando passiamo il guado sul fiume Tesh e ci troviamo di fronte i primi edifici fuori le mura di Dagger Falls. Per avere informazioni e fare rifornimento entriamo nell’emporio chiamato “Le braccia del guado di Tesh”. Fuori della porta goblin storpi mendicano e poco lontano altri, sotto gli ordini di alcuni uomini, caricano dei carri. Olaf, il proprietario è un truffatore. In cambio dell’acquisto di cariche per lanterna da parte mia e spezie da parte di Paula, Olaf acconsente a darci qualche informazione:

 – Da alcune settimane Dagger Falls è colpita da un’epidemia di sonno che chiamano “la febbre da sogno”. Le persone si addormentano, dormono 2-3 giorni e poi muoiono, ma il giorno prima ha visto arrivare uno gnomo guaritore (che si riferisse a Telimas Tessisogni?).
– Il commissario di Dagger Falls si chiama Tren Noemfor e risiede nella parte est della città.
– Non ha mai visto arrivare un dragone purpureo
– la locanda “Pugnale Spezzato” si trova poco oltre la prima entrata della città.
Lasciamo l’emporio alleggeriti più dello stretto necessario e ci dirigiamo verso la prima delle due porte della città, intenzionati ad alloggiare al Pugnale Spezzato.
Alla porta ci accoglie una decina di guardie tra goblin, orchi e umani. La città è aperta, ma la legge obbliga a dichiarare tutte le armi e a legarle, perché non vengano utilizzate dentro le mura. Legano persino i martelli di Arpino. Si credono efficienti, ma non ho nemmeno bisogno di guardare Halfgrimur. per sapere che dietro la sua calma e noncuranza, ha già provveduto a far passare sotto il loro naso i sui pugnali e magari l’ariete portatile dei miei tacchi. Sudo freddo solo quando la guardia incaricata di provvedere al mio armamento lega l’elsa di Giventhar, guardando passare davanti ai suoi occhi bovini senza vederla la lama che fu di Shraevyn. Dagger Falls ci ammonisce con una teoria di corpi impiccati, guastando le promesse di riposo e sollazzo della locanda. Sono queste le occasioni in cui la saggezza e lo studio decidono di dar sfoggio di sé, così Paula ci racconta che in origine il nome della Valle era Merrydale, ma un giorno i vampiri infestarono la città massacrandone la popolazione in modo atroce, da allora la valle è stata ribattezzata Daggerdale, la Valle dei pugnali ed è divenuto un luogo più chiuso. L’ultimo membro della schiatta nobiliare che governava la città, Randal Morn è stato scacciato e sostituito con un commissario. Il significato della coincidenza della parola segreta che cela il potere di Giventhar con l’antico nome di questa Valle avrebbe dovuto apparirci chiaro da subito, ma tutto questo verrà chiarito al momento opportuno, ora è il momento di riposare e l’aspetto della locanda è migliore di quanto mi aspettassi.

… gli indigeni paiono essere invece di tipo molto ospitale…

L’interno invece è di uno squallore frustrante. Tharwin l’orbo, il tenutario guercio di questa bettola, ci assegna un tavolo in mezzo alla marmaglia che affligge il suo locale. Se penso ai ragni che assalirono me e Kloi nella foresta di Spiderhaunt, credo che, dopotutto, me la farò bastare, tanto più che la cameriera si dimostra piuttosto collaborativa e non nega di mostrare l’offerta speciale della locanda a un ospite mio pari. Sto già avviandomi fuori della sala con la cameriera che sento qualcuno apostrofare Meena con un espressione del tipo “balla che la musica te la facciamo sentire noi”. Se la prima impressione di Dagger Falls era stata deprimente e tanto di più lo era stata l’impressione di questa locanda, ora devo doppiamente ricredermi. Gli indigeni paiono essere invece di tipo molto ospitale, comprensivo delle esigenze degli ospiti e disponibile a offrir loro il meglio: una locanda zeppa di ubriachi attaccabrighe. Immagino la soddisfazione raggiante di Arpino e quella malcelata di Halfgrimur e per un attimo penso di unirmi a loro, ma l’ancheggiar e l’occhieggiar de la duchessa mia, mi spinge ad altre rive.
E’ così che mentre nel salone crash, bum, bang, nelle stanze della servitù XXX XXX XXX. 

(XV Sessione, 2 Febbraio 2014)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...